Trekking

Tra i sentieri amati da D'Annunzio e le foreste appenniniche della Val d'Aveto, dove pascolano i cavalli selvaggi, fino al belvedere di Santa Croce e Podere Case Lovara, opera del FAI

PARCO NAZIONALE DEL MONTE DI PORTOFINO

Da Camogli al percorso della Seconda Guerra Mondiale, fino a raggiungere Punta Chiappa e San Fruttuoso con lo zaino in spalla, con la possibilità di proseguire per Portofino e completare così il periplo del monte. Ci sarà da scegliere tra gite da 1/2 giorni o mezza giornata, con pranzo al sacco, o in tipico ristorante ligure.

VALLE DEL TEMPO

Partendo da Ruta di Camogli si percorre il sentiero fino a Caravaggio, santuario dedicato alla Madonna, dal quale si può ammirare il Golfo del Tigullio. Dopo il Passo della Spinarola si raggiunge il comune di Uscio, dove si effettua la visita facoltativa al Museo dell'orologio, nato nel 2004 da un'idea della famiglia Trebino, che esporta da 200 anni questa tecnologia nel mondo.

VAL D'AVETO

Dall'Anello di Borzone, dove fotografare la famosa Abbazia dell'XI secolo, contornata da reperti del 500 d.C., fino al Passo dell'Incisa, per raggiungere la cima del Monte Penna 1735 m, dove vi da il benvenuto la cappelletta e potrete lasciare un pensiero agli escursionisti.

In inverno è consigliato l'uso di ciaspole, che potrete noleggiare in loco.

RECCO-SANTA CROCE

Il percorso che parte dalla collina di Megli e prosegue oltre Sori, con una vista mozzafiato sul Golfo Paradiso. Arrivando a Pieve Alta si prosegue verso la cima del Monte Santa Croce, dove lo sguardo si perde da Punta Chiappa alle Alpi Marittime. Pare che la chiesa fosse stata edificata nel 1200 per nascondere una reliquia trasportata dalla Terra Santa. L'arrivo è previsto a Bogliasco. 

DA MONTEROSSO A CORNIGLIA

Monterosso, centro maggiore del parco nazionale, è al centro di un piccolo golfo naturale ed è la più occidentale delle Cinque Terre. Vernazza è la seconda che troverete lungo il percorso, uno spettacolo tra la penisola e la Torre Doria. Corniglia è un insieme di case colorate su un terrazzamento a strapiombo sul mare; sorge tra due scale, la prima in mattoni è la "Landarina", di ben 377 gradini, che conduce alla stazione, la seconda è la "Via alla Marina", che porta fino a pelo d'acqua.

LEVANTO-MONTEROSSO

Uno spettacolo da non perdere è la partenza da Levanto a piedi, per attraversare i 45 ettari di podere del FAI, ammirando il percorso sostenibile, con le coltivazioni locali e i fabbricati rurali. Questi luoghi fanno parte del patrimonio dell'UNESCO e i terrazzamenti che precedono Punta Mesco, si inseriscono perfettamente nella biodiversità.

Stampa Stampa | Mappa del sito Consiglia questa pagina Consiglia questa pagina
© Tanami Travel by Emmevu SNC - Via Roma 6 angolo P.zza S.Giovanni Bono 41 - 16036 Recco GE - tel 0185 739139 - Partita IVA: 01251560999 - Licenza n° 990/24120 del 28/02/2013 autorizzazione Provincia di Genova